La Pittura di Trasformazione.
 
Il nuovo corso dell'arte Italiana
arriva al concetto d'#immateriale arte.
 
Non è possibile pensare, rispetto al grande cambiamento in atto
generato dal digitale, che il mondo dell'arte potesse restarne fuori
in una sorta d'isolamento avulso.
Serve ricercare nuova forma espressiva principe della
contemporaneità, una sintesi che tenti una riconciliazione tra
umana specie e tecnologico sviluppo. Una nuova forma d'arte che
sia capace di riconciliare l'animo umano con l'avanzamento della
tecnologia.
Nella mia ricerca d'arte si può trovare il nuovo uomo, che usa la
tecnologia per rigenerare l'idea del bello, nel solco della tradizione
pittorica, usando gli strumenti del futuro.
Per un
Nuovo Rinascimento Digitale Italiano.
 
I tre punti fondamentali della mia ricerca.
 
1. La liberazione personale dal concetto tempo, prodotto e denaro
mi ha portato a riscoprire una ricerca temporale più contemplativa
e libera. Questo mi ha permesso di reinventare lo scopo dell'arte.
 
2. L'idea di rendere “Immateriale” l'oggetto fisico che tutti
conosciamo come “Quadro”.
Mi ha permesso di definire uno scopo pubblico e sociale per
questa nuova forma d'arte. Privilegiandone il condividere rispetto
al possesso del singolo.
 
3. Ho così raggiunto la possibilità di replicare in diverse forme
finali, l'esperienza visiva del “Quadro”. Per un uso pubblico e
condiviso. Il quale consenta di guardare al concetto di “Quadro”
da una inedita e innovativa prospettiva.
 
Ceci n'est pas un “Quadro”.
 
Il nome che ho dato al mio progetto contenitore d'arte.
Tutto lo sviluppo è stato fatto con una mentalità orientata
allo zero budget, HW & SW standard e App Free.
I principali momenti del progetto sono stati:
 
•2013 – Invenzione della Pittura di Trasformazione, una nuova
tecnica pittorica che mi permette di realizzare, partendo da
piccoli abbozzi disegnati a mano libera. Opere di notevoli
dimensioni equiparabili a mezzi campi da basketball in HD
quality.
 
•2014 – Produzione dei primi video dipinti a mano libera, senza
uso di telecamere. Dipingendo i video come una tela.
•Realizzazione effettiva dell' immateriale arte, replicando
l'esperienza visiva del “Quadro” grazie al digitale, al virtuale
e alla multimedialità.
 
•2015 – Apertura del Blog con inizio divulgazione e
sperimentazione di arte interattiva sui socials. Pubblicazione
di duecento e più post di visual storytelling sperimentando
nuove forme di arte -embedded- nei socials.
 
•2016 – Invenzione della pittura con il solo cellulare usato
come un pennello. #ArtMobility un nuovo concept Italiano il
quale assomiglia in chiave digitale al movimento di “En plein
air ” degli Impressionisti Francesi.
Grazie a tutto questo ho creato una nuova forma d'arte.
Tutta la mia arte e nel Web.

#immateriale Arte.
 
Nell'Aprile del 2017, ho chiuso i quattro anni di sviluppo della
mia arte, passando a una nuova fase. Per caratterizzare ancora di
più, il fatto di essere ormai totalmente slegato dalla fisicità delle
mie opere, avendone sperimentato le molte e innovative forme di
presentazione finali.
Ho aperto #immateriale Arte Blog, dove propongo non solo forma
visiva, ma anche in un ambito più allargato la mia visione della
cultura digitale. Provando a sintetizzare un nuovo approccio teso a
colmare il divario tra tecnologico e umano.
Tutta la mia arte è nel WEB.

Alcuni numeri per evidenziare la consistenza creativa del progetto
#immateriale arte quantificandone e documentandone l’enorme mole di
contenuti creativi, sviluppata da me personalmente in questi anni a partire
dal 2013.
Nei seguenti Link che suggerisco, potrete trovare la mia arte #immateriale
per provare a prendere direttamente visione di questo nuovo concetto:

Su LinkednIn da tempo pubblico in questa piattaforma, nella quale ho
scritto più di 50 articoli tutti realizzati con parole cucite attorno a nuove
visioni d’ #immateriale arte. Tutto il materiale è realizzato con le mie
nuove tecniche di pittura personalmente inventate da me. Questo discorso
vale per tutti gli altri link seguenti.
LinkedIn https://www.linkedin.com/in/flaviofassiovideoart/

Twitter su questa piattaforma ho realizzato ad oggi 9.440 Tweets di
#immateriale arte.
Twitter https://twitter.com/FlavioFASSIO

Instagram su questa paiattaforma ho realizzato ad oggi 5.985 post di
#immateriale arte.
Instagram https://www.instagram.com/flaviofassio/

Questo è il mio Blog Flavio Fassio su Medium sulla quale piattaforma ho
pubblicato a oggi 88 storie — tutte scritte e dipinte solo da me.
Blog on Medium https://medium.com/@FlavioFASSIO
Copyright e propietà intellettuale del presente scritto di Flavio Fassio. Vietata riproduzione.

Questo è il mio Blog #immateriale arte su Blogger sulla quale
piattaforma ho pubblicato a oggi 90 storie — tutte scritte e dipinte solo da
me.
Blog #immateriale arte https://de-materialart.blogspot.it/

Questo è il mio canale YouTube nel quale a oggi ho pubblicato 62
VideoPaint Musicali — Alcuni di spiegazione e introduzione a questa
nuova forma d’arte tutti gli altri sono opere originali. Dipinte come fossero
tele a mano libera oppure con un cellulare di tipo smart phone.
Youtube Channel https://www.youtube.com/user/flafaxtri

Per darvi una comparazione in termini di produzione pittorica, se
prendiamo il pittore, il quale è considerato uno dei più produttivi
della storia dell’arte moderna troviamo l’inarrivabile Pablo Picasso. Il
quale risulta anche esser il più prolifico in termini di periodi pittorici
attraversati.

Considerando la sola pittura troviamo un numero superiore alla
settemila unità certificate nella sua produzione pittorica di tutta la sua
lunga carriera.
Naturalmente il confronto che voglio proporvi e solo dal punto di vista
quantitativo. Come potete verificare in soli quasi cinque anni di
attività, le quantità numeriche sono comparabili.

Spero che questa cosa più di altre vi possa dare il polso effettivo delle
dimensioni che la mia produttività ha potuto raggiungere attraverso la
commistione intima tra il territorio progettuale d’#immateriale arte a lo
sviluppo che ha avuto attraverso l’esercizio quotidiano di un pensiero
artistico innovativo coadiuvato da:

A.C.H-C. (Aided Creativity Human-Computer).

 

 

L'Arte di cambiare l'Arte.